lunedì, gennaio 02, 2006

Buoni spropositi


1 - NON smettere di fumare. Mi riesce difficile, ogni tanto, coltivare le cattive abitudini, semplicemente perchè dopo un po' mi stufo più o meno di tutto. Erano già due giorni che l'ultima Gauloises rossa giaceva reietta nel pacchetto sgarruppato e oggi finalmente ho tenuto fede al primo buon proposito dell'anno riavviando il rito mattutino caffèsigaretta. Non ammetto di perdere un vizio per pura dimenticanza o per pigrizia. Devo assolutamente trovare dei punti fermi.
2 - NON fare troppo sport. "Nuoce gravemente alla salute" lo dovrebbero scrivere sui pali degli skilift, non sui pacchetti di sigarette. Ebbene sì, l'ho fatto di nuovo, ho sciato, nonostante la sublussazione tripla carpiata acromioclaveare, e ho distintamente notato che buona parte degli sciatori mi puntavano, con schietta cattiveria e una certa progettualità nelle traiettorie. Credo che una bambina addirittura abbia seminato il padre nella tormenta di neve in cima al Plateau Rosa per potersi accanire indisturbata sulle code dei miei sci.
3 - NON smettere di scrivere. L'ultimo racconto è datato 2 gennaio 2004. Deprimente (anche il racconto, in effetti).

3 commenti:

Niccolò ha detto...

Non vorrei soffrire di retorica autocommiserante.
Per questo tralascerò i primi due punti in quanto sarei tremendamente di parte ed in oltre i pubblici potrebbero erroneamnte supporre un bieco corteggiamento virtual-digitale.
Sul terzo punto, tuttavia, non riesco davvero a stare zitto, nonostante l'ora me lo stia suggerendo da un po'.
Io ho avuto la casuale fortuna, senza tua complicità, di leggere delle cose tue.
Dall'alto dei mie anni, della mia universalmente riconosciuta fama e delle mie creste di gallo ti supplico: continua a scrivere.

Non solo perchè penso ti facccia necessariamente bene, non perchè ti creda una grande scrittrice, non per bissenesse, ma bensì perchè tu hai un dono non richiesto e desiato di portare buona emozione a noi, attenti uditori, nelle cose che scrivi e che racconti.
Sono magie, come vasco, madonna o poe. Dilettanti magici.
Continua, pubblica; te ne prego!
E', sia, un dovere!
n'

stefano ha detto...

mi faccio custode e controllore della produzione psicografologica della tenutaria. Nel caso mi mancasse di aggiornamento, provvedero' tramite calcio stincale su stivale pradato a frequenza metronomica fino a nuovo post. Che il talento non si stoppi, e che cacchio.

[mini]marketing ha detto...

se non pubblichi almeno un post-racconto a settimana, ti scancello dal bloglains
ciao
gianluca