giovedì, giugno 25, 2009

In moto

Le situazioni più intime in cui ti puoi trovare con un uomo sono dormirci inseme o essere in moto con lui.
Le persone quando sono a letto condividono un bisogno naturale, e devono per forza essere sè stesse, non si può certo fingere mentre sei senza trucco e in mutande. Il buio poi aiuta a rilassarsi, ad abbassare le difese. Chiudendo gli occhi le persone parlano meglio e anche se non parlano, si imparano a conoscere per intuizione.

La moto però... al di la del fatto che un uomo che sa staccare e piegare decentemente in curva è già di per sè attraente, la situazione moto, che si tratti di ducati monster o di uno scooter scarabeo, si presenta intrigante. Ovvio: condividi uno spazio minuscolo delimitato da una sella E non puoi parlare.
Le parole, si sa, servono a tenere a bada la tensione, come in ascensore. In moto non si può. O meglio, non si deve. Rovina davvero l'atmosfera. Per una volta c'è la possibilità di comunicare col corpo, ed è perfettamente legittimato dalla situazione.

Attenzione quindi al linguaggio non verbale della vostra compagna. Osservando vari centauri ho notato tre comportameti distintivi:
- lei sta aggrappata alle maniglie in coda alla moto: o è molto timida, o vi considera un mero espediente logistico.
- lei vi cinge i fianchi/maniglie dell'amore, dolcemente, senza stringere. Quando frenate vi appoggia delicatamente le sue parti morbide sulla schiena. Se vuole comunicarvi qualcosa (tipo indicarvi un tramonto o segnalarvi la presenza di un autogrill) vi sfiora leggermente la manica o fa capolino con la testa sopra la vostra spalla: la ragazza è interessata a voi, o per lo meno il suo corpo si sente a proprio agio attaccato al vostro ed è già un buon segno.
- lei vi sta aggrappata come un'arsella e ad ogni minimo cambio di velocità cozza violentemente il suo casco contro il vostro: non è pazza di voi, è terrorizzata.

Un consiglio a tutti gli uomini: una staccata in curva vale più di mille parole.

8 commenti:

Niccolò ha detto...

Semplicemente geniale, non ne sbagli una.
La tua arguzia deve far restare all'erta ogni essere umano ti incontri. A prescindere dal sesso.
n'

carlo ha detto...

Adesso ho capito perchè ho sempre mal di testa!

Niccolò ha detto...

hai voluto la bicicletta...?
n'

Anonimo ha detto...

... azz mi sa che allora devo aver sbagliato qualcosa ... in primis a venderla ...

Stefano ha detto...

per questo ho sempre il bauletto: se si appoggiano è chiaro segno di ammmore, dato che starebbero molto più comode senza cingermi. Il test bauletto non fallisce mai.

Volf ha detto...

Per prima cosa interfono sempre, 4 occhi e 4 orecchie vedono e sentono meglio di due.
Seconda cosa, o si tiene alle maniglie posteriori che son lì apposta o scende (i polipi stiano in mare), e deve saper seguire in piega, puo' avere una buona dotazione anteriore (da come discrivi la morbidezza dovresti esserne detentrice) ma se indossi protezione sulla schiena non senti nulla.
Detto in parole povere, la donna o è appassionata di te o almeno di moto oppure è meglio che se ne stia a casa.
Dalle mie parti la si chiama limi (da limitatrice, o meglio rompiscatole quando tiri).

Saluti,

V.

Anonimo ha detto...

in moto si va da soli
f

Anonimo ha detto...

interfono? mah
f